My home is an island in the Mediterranean Sea. Cradle of peoples and archaic myths. The myth of "Atlantis" on several occasions has been associated with Sardinia. My blood is water of its rivers, its soil is my flesh, its forests are my bones.Neil starting by his island, the center of his world:Travels, observes and analyzes what he encounters in his wanderings around the world.
Si è verificato un errore nel gadget
La mia terra è un'isola in mezzo al mare Mediterraneo. Culla di popoli e di miti arcaici. Il mito di "Atlantide" a più riprese è stato associato alla Sardegna. Il mio sangue è l'acqua dei suoi fiumi, il suo terreno è la mia carne, le sue foreste i miei polmoni e le sue pietre le mie ossa.



martedì 21 settembre 2010

-Contemporaneo-



L’era dei morti,
dei morti per fame,
uccisi dai genitori
corteggiati e stuprati.

I sogni s’infrangono in cellulosa
Scaltra scatola acquista consensi.
Un popolo non più d’atleti
Di forgia gretta e immunità.

L’Ebro, il Vero, l’Atto
Dissacrato, esecrato, sacrificato
A quel Dio…. nuovo Dio
 Che non è…
Un era onorevole
Che non è…
Un periodo di riscossa
Che non è…
Un “giorno” in cui sorridere

Ma presto lo sarà.
Non più di carne tra i miei Idoli
Sorriderò
Già ora inizio a farlo
Amaramente.
                                                               20/09/2010 N. McCore

Poesia Segreta (20 Settembre 2010)

Ogni giorno è importante, ogni giorno è poco.
Pensavo ai colori ed al vino.
Rosso; un futuro sospeso
nel paese dell'Appeso.

Blu, Beppe sei tu?
ti lagrimo ora, mentre sento d'annusare l'odore dei tuoi ricordi.
Profumi. Minuti Gialli e Ocra secondi...
Ringiovaniamo insieme nel tempo del ricordo.

Tra strafalcioni e Grigi sorrisi
sento di amore ciò che amavi anche tu.
Dimmi che l'universo... o no...

Vermigli gigli e ginestre sottili
le nostre montagne son le nostre spalle?

Il Muflone, il Cervo, Il Caprone
Dimmi che... oppure no, o no...

Il Tempo scorre ed io lo sorreggo tranquillo,
per il baricentro lo prendo, mi tendo...

..ma non è il Celeste ne me...

Il Nero delle Ombre
lo preservo a Villacidro.
La mia rotonda pietra tombale
il mio Bianco Eden.

                                                                                                N. McCore

venerdì 10 settembre 2010

Individualismo

Il paradigma generale dell'uomo
è quello esclusivo che all'uomo si mostra,
come un giovane clerico nel meglio duomo
alla totalità che non è lui servo si prostra.


Par vi siano sadici riscontri, nel motivo della vita
nell'utilizzo e usura di certi sentimenti
veder scivolare il controllo dalle dita
atterrando poi male, fragorosamente frantumando lingua e denti.


Non parlare della vita avversa
verresti scambiato per Dandy
e sol la natura della vitae: vera e perversa.


Attenti, Attenti, Attenti
Non è amaro individualismo
tantomeno ludico pessimismo.

Neil

giovedì 9 settembre 2010

domenica 5 settembre 2010

mercoledì 1 settembre 2010

Buggerru-Mineral-Cave

Una civiltà di Pietra

"TI OCCIU CARTAGINESU"

Street Journal

Fottuta Iridia,
Amica d'infanzia che te ne sei andata. Vorresti una spiegazione? Chiedi una spiegazione?
Ma sei tu che te ne sei andata... Io si, sono stato assente per parecchio tempo, ma sei tu che te ne sei andata.
La cera delle nostre candele ricopre ancora il nostro tavolo da lavoro, il tuo odore ad attimi pare ancora presente.
Una vecchia conoscenza comune mi ha detto che hai avuto fortuna, che il tuo sole estivo è stato benevolo.
Sono contento di ciò... ma non della tua muta richiesta di spigazioni.
3/4 delle nostre api sono morte sotto il caldo torrido, molte altre sopravissute sono impazzite e hanno cercato un "ovile" in altro luogo.
Questo inverno non ci sarà miele per le nostre famiglie. La tua non la vedo da mesi.
Oggi, 1 Settembre 2010 ho preparato questa missiva è provo a inviarla al tuo ultimo domicilio.
Che fine HO fatto, ma sopratutto che fine HAI fatto tu?

Ricordi i due cavalli appena arrivati? I nostri due ultimi acquisti? il tuo è morto una sera di fine agosto, stroncato da uno strano malore al cuore.
Lo abbiamo seppellito davanti al recinto e cantato i tradizionali salmi.
Spero ciò possa servire, spero anche la sventura refulga e si elimini, con la stessa velocità con la quale è giunta.

Abele si è spezzato un braccio, e quasi mozzato il dito indice, ha chiesto di te mentre il medico lo portava via, nessuno è riuscito a dire qualcosa per rincuorarlo.

Ho cercato le tue tracce, e fino alla vecchia Dacia t'ho inseguito.
Tiranno il tempo, ha fatto il tuo gioco, ed io non ho poruto far altro che tornare a casa con un amaro sapore in bocca.

Ho mantenuto tutto com'era prima della tua scomparsa, alcuna decisione importante è stata presa. Attendo il tuo ritorno o la mia prossima dipartita, "come un uccello sul filo",
e solo dopo averti ritrovata, ho deciso, potremmo bere nuovamente il nostro buon vino.

PS: Questa estate il vignetto è stato attaccato da dei parassiti, il raccolto è stato seriamente compromesso. La vedo molto dura per il prossimo inverno, come ogni inverno del resto...

Un bacio e un caro augurio di buona fortuna.
Torna presto se vuoi 
Neil.